giovedì 18 ottobre 2007

Money, money, money

E' fresca fresca la notizia (ore 12 am) secondo la quale il Gip del Tribunale di Roma ha emesso sei ordinanze di custodia cautelare per due centralinisti, un'operatrice socio-sanitaria, una segretaria e un chirurgo-ortopedico dell'Ospedale Grassi di Ostia. Secondo quanto accertato dai carabinieri del reparto territoriale di Ostia il chirurgo arrestato avrebbe rilasciato un referto medico falso in cambio di cocaina gratuita. Il personale ospedaliero coinvolto nell'inchiesta provvedeva, funzionalmente ai "ruoli", a ricevere le "ordinazioni" e a far arrivare lo stupefacente ai clienti.

Anche qui che vogliamo commentare? Sicuramente ci sarebbero tante cose da dire ma una la vorrei urlare al mondo intero: al diavolo la legge sulla privacy, qualora i fatti risultassero realmente tali, vorrei conoscere prima di tutto l'identità dell'esimio medico perché, se importa poco o nulla di una segretaria che per due soldi in più si piega a compromessi così squallidi, sapere con esattezza nome e cognome del "professionista" che valuta il mio stato di salute e pago profumatamente per una consulenza sarebbe invece fondamentale. Naturalmente, il passo successivo, dovrebbe essere la radiazione dall'Albo e non, come spesso avviene in questi casi, un esilio forzato - in chissà quale paesino sperduto - giusto il tempo che il ricordo dell'accaduto si scolorisca dalla memoria della gente.

14 commenti:

Il Finz ha detto...

Dai in fondo che facevano di male...Ci sono i volontari che si vestono da clown per alleviare la sofferenza dei bimbi in ospedale e chi sceglie di dare gioia sintetica ai propri pazienti...:)
Sicuramente era un ospedale frequentatissimo. Assurdo.

LauBel ha detto...

@il finz
sì sì... un ospedale anche all'avanguardia, con pet therapy e simili... evviva!

Giovanna Alborino ha detto...

passera' la bufera e tornera' a fare il medico come prima.
Le leggi italiane sono sbagliate, e' tutto uno schifo, dovrebbero fare i nomi di questi..per loro esiste la privacy, mica sono minorenni.
Poveri noi, non ci si puo' fidare di nessuno

piccolè ha detto...

Altra vergogna,...e sai quante altre ce ne sono da scovare?!! Un bacione.

enzorasi ha detto...

Ciao, la notizia la conosco anch'io e non è commentabile a caldo, come moltissime altre del genere degli ultimi 10 anni. La rabbia è sacrosanta ma quando hai continui travasi di bile devi fermarti un attimo. E pensare.
Mi chiedi di linkare il mio blog e mi fai molti elogi ma la richiesta lo è più di tutti. Chiunque può "fermarmi" sui suoi appunti, chiedermelo ha un profumo e una grazia diversa dei quali ti sono grato. Permesso accordato.

LauBel ha detto...

@enzorasi
hai ragione troppa bile in circolazione...

spiderfedix ha detto...

ma che roba...cmq sono d'accordo con te sulla privacy. al diavolo la privacy. è vero che tutti possono sbagliare però queste situazioni sono inconcepibili..

Romano ha detto...

A zappare!!!!

Antonio Candeliere ha detto...

bel blog

Nunzia ha detto...

Ciao,grazie spero ti piacciano le mie ricette.Complimenti per il tuo blog, ti va uno scambio di link?
A presto-

Grig ha detto...

Rieccomi a fare un girino da queste parti... :D

Giovanna Alborino ha detto...

sono passata..
ciao

piccolè ha detto...

Altra notizia, in un ospedale della zona hanno arrestato un portantino,rubava la morfina!...chissa' come ha fatto ad arrivarci!! Un salutone.

Clark Kent ha detto...

ciao vorrei segnalare un appello
"FIRMIAMOLA TUTTI....... "
il nuovo post di clark kent su
http://www.smclarkkent.blogspot.com
cordialmente
clark