lunedì 15 ottobre 2007

Abbiamo tutti una cosa in comune

Conosci, Theo, questa espressione di un poeta olandese: "Sono legato alla terra da legami più che terrestri"?
(Vincent Van Gogh)


Il pianeta su cui viviamo o, meglio, che ci ospita, è ricco di risorse, sfruttate e da sfruttare nella consapevolezza del bene reciproco.
Se solo adottassimo, tutti, uno stile di vita semplice e rispettoso, la Terra non si ribellerebbe mandandoci messaggi, sempre più espliciti, del suo disagio. Ognuno di noi può darsi da fare, trasformando piccole attenzioni quotidiane in gesti di grande effetto. Perché se impariamo a rispettare la Terra lei, a sua volta, non potrà che rispettarci.
Ho chiesto a persone a me care cosa fanno o farebbero per l’ambiente, per tutelarlo e salvaguardarlo. Ecco le risposte. Alle riflessioni, pensateci voi.

“Quando vedo tutta quella spazzatura gettata a caso, fuori dagli appositi contenitori, vorrei contattare il responsabile della nettezza urbana di zona affinché dica agli operatori di fare più attenzione o di passare più spesso. Poi, personalmente, sono molto attenta alla raccolta differenziata di carta e vetro”.
Laura, 81 anni

“Ho fatto installare allo scaldabagno un timer che, con solo tre ore al giorno di funzionalità, è in grado di riscaldare l’acqua per tutta la giornata. Ho anche l’automobile con impianto a gas”.
Walter, 48 anni

“Compro detersivi ecologici e riutilizzo sempre il retro delle fotocopie per appunti e annotazioni”.
Licia, 48 anni

“Ho deciso di utilizzare poco il Nintendo perché per ricaricarlo si consuma tantissima corrente”.
Marta, 10 anni

“Getto sempre la spazzatura negli appositi contenitori a costo di fare chilometri a piedi e, se si dovesse rompere il sacchetto, raccolgo tutto e lascio sempre pulito. Nel locale dove lavoro ho sostituito i faretti con lampade a basso consumo”.
Armando, 39 anni

“Sto sempre molto attenta al consumo eccessivo dell’elettricità e non lascio mai gli elettrodomestici in stand by”.
Livia, 44 anni

“Vivo da solo e, per risparmiare energia, eseguo un unico lavaggio in lavatrice - per capi colorati e non - con acqua fredda. Tutte le lampadine di casa sono a basso consumo”.
Piero, 49 anni

“Quando mi lavo i denti o faccio la doccia, appena mi insapono chiudo l’acqua, per poi riaprirla quando mi devo risciacquare".
Francesca Fabiana, 13 anni

“Utilizzo lo scarico dell’acqua differenziato, a seconda del... ‘bisogno’!”.
Fabio Francesco, 19 anni

“Nel mio beautycase ci sono esclusivamente prodotti vapo e, per registratori & co, utilizzo solo batterie ricaricabili”.
Lauretta, 38 anni

Bloggers Unite - Blog Action Day

6 commenti:

Romano ha detto...

Ricambiando la "visita" di LauBel al mio blog ne trovo un altro curioso e interessante, il vostro.

Vi seguirò (vi aggiungo al mio blogroll).

Ciao,

Romano

Giovanna Alborino ha detto...

non ci resta che prendere esempio dalle persone che hai intervistato...i metodi per risparmiare li conosco pure, ma a volte mi scoccio di prevenire tutto...pero' l'infifferenziata la faccio
ciao gio.

LauBel ha detto...

per giovanna
ti pare poco fare la raccolta differenziata? è un'ottima partenza... non credere!

LauBel ha detto...

per romano
grazie per la "visita" e per il complimento (anche il tuo blog è niente male...)

utopie ha detto...

Io ho ridotto drasticamente l'uso di detersivi per pavimenti, superfici di legno e piastrelle utilizzando panni in microfibra. Il costo è di pochi euro in qualunque supermercato. Ce ne sono ormai di molti tipi in commercio. Evitate invece i panni elettrostatici usa e getta che sono uno spreco.
Inoltre ho messo in casa piante che puliscono l'aria: Schefflera, Ficus beniamina, Philodendron.
:-)

Armandrex ha detto...

per utopie
Grazie dei preziosi consigli... alle piante non avevo pensato: anche se ho una mini-casa almeno uno la devo posizionare!!!