domenica 4 maggio 2008

Pensieri dal mondo

Usa e Inghilterra esportano la loro democrazia di violenza
Se è vero che Guantanamo è stato costruito per debellare il terrorismo, perchè in una delle sue gabbie ha lungamente sostato tal Sami al-Haijj? Il prigioniero in questione è approdato nell'inferno cubano per sette anni, tempo necessario perchè si comprendessero identità e lavoro del malcapitato. Si tratta di un giornalista di Al Jazzeera, in Pakistan con regolare visto per svolgere la sua professione di cameraman. Come altri prima di lui l'esperienza è stata drammatica e traumatica: evidentemente gli abusi di Abu Ghraib non anno insegnato. E se allora per sedare l'opinione pubblica furono scelti fra tanti due soldati processati alla svelta, chi risponderà sulle vicende della fortezza cubana?
A crudeltà, i cugini d'oltreoceano non sono di certo da meno. Ma, in più, rivelano una disgustosa dose di codardo perbenismo, "appaltando" agenti pakistani. Nel 2004 un uomo di Manchester ha descritto ogni genere di tortura da parte degli 007 di Islamabad, "autorizzati" dagli stessi servizi segreti britannici pronti a tutto pur di avere informazioni legati al terrorismo.

Impara l'arte...
Se i paesi anglosassoni sono bravi ad esportare la violenza, noi lo siamo con i capitali con totale irriconoscenza da parte dei beneficiari. E' accaduto in Bolivia con la nazionalizzazione di Entel supportata da forze Italiane (udite udite: Telecom è giunta fino qui) da 12 anni. Oggi la suddetta azienda telefonica è una delle imprese migliori del paese, ma il presidente Boliviano fa orecchi da mercante nei confronti di chi rivendica una onesta rivalutazione di un patrimonio rilevato all'epoca del suo quasi fallimento.
Qual è il meccanismo secondo il quale le imprese si preoccupano di sanare situazioni di emergenza di realtà non Italiana quando, come tutti sappiamo, numerose nostre aziende versano in situazione di estremo disagio?

4 commenti:

Vincenzo ha detto...

Interessante la denuncia che hai fatto! La giustizia che applica ingiustizia è una prerogativa del modello occidentale di sviluppo...si fanno chiamare democratici e guai a contraddirli,,,,,shhhhhhh!

Irene ha detto...

Non sapevo nulla di questo! Ottima l'informazione. ciao

Fabioletterario ha detto...

E sono quelli che ci parlano di democrazia...!

Simona ha detto...

perché non provano ad importarla loro un po' di democrazia? fosse la volta buona...