domenica 30 marzo 2008

Pic nic ? Si, grazie!!!

Poco più di 350 euro. E' il prezzo di un voto a favore del pdl. Si è ingegnata così una ragazza di 21 anni del casertano che propone scrivendo al sito del suddetto partito tre voti (il suo, del fratello e della madre)in cambio di una Canon semiprofessionale dal valore poco superiore ai 1000 euro. Credo che questa ragazza, pur nella consapevolezza che è reato vendere voti non si possa biasimare. Del resto cosa fanno i politici quando organizzano comizi e incontri mangerecci? Comprano i voti, e anche questo è reato.

19 commenti:

Pino Amoruso ha detto...

D'accordo sui pic nic compra voti...
A presto ;-)

PRC Acilia ha detto...

Aggiungo alla discussione che molti politici comprano (nel vero senso della parola) voti perché molti elettori sono disposti a vendere il proprio voto. Se qualcuno compra, qualcuno vende.
Nel corso dei decenni la DC ha insegnato bene come si fa.

Ma la politica è complessa e non tutti i politici sono uguali così come non tutti gli elettori sono disposti a vendere il proprio voto per un piatto di lenticchie.

Possiamo dire con orgoglio che noi come organizzazione politica di Acilia, abbiamo organizzato una cena qualche sera fa per la campagna elettorale e per il candidato di zona SIMONE LOPS e abbiamo fatto pagare 20 euro agli invitati. Infatti, il motivo per cui si fa pagare è esattamente opposto a quello per cui si comprano i voti regalando le cene (a volte con 50-100 euro sotto il piatto)....

Le cene, i picnic, ecc. sono pure momenti di svago, momenti ludici, che sdrammatizzano un po'.
Perciò, si ai pic-nic, ai pranzi, alle cene , alle feste se non hanno finalità politicamente 'immorali'.

Saluti a pugno chiuso.

p.s. se vi interessa conoscere altri dettagli su Simone Lops collegatevi a www.PrcAcilia.org: c'è una pagina con il suo curriculum

Donna Cannone ha detto...

Mezzo mondo è in vendita, è la norma.
Di fronte a prese in giro come quelle dei candidati attuali, io pure lo venderei al migliore offerente. Almeno sarei certa di avere davvero qualcosa in cambio!

Romano ha detto...

In realtà non sarebbe corretto, ma quando il tutto avviene pubblicamente e senza ipocrisia perché no?

Ciao

Pellescura ha detto...

Ormai vendersi è l'unico modo per vivere ahimè.
Anche la coscienza che sembrava fosse una cosa a sè ha un prezzo. Che schifo.

LauBel ha detto...

non mi interessa partecipare a picnic e "momenti ludici e di svago" perché, secondo me, da parte di chi li organizza il fine è ben altro, esattamente quello espresso da Armandrex. la gente sicuramente ci va in buona fede ma soprattutto alle fasce "deboli" (intendo culturalmente) il ricordo che rimarrà sarà solo quello di un bel piatto di pasta con un bel bicchiere di vino... se è per solidarietà perché aspettare proprio il periodo delle elezioni? oppure "inviti" del genere si fanno tutto l'anno? e poi, ultima cosa, mi rivolgo a prcacilia: non mi piace che questo spazio diventi di propaganda elettorale per lo più da parte di qualcuno che visita queste pagine solo occasionalmente... non mi sembra corretto, tutto qui.

Paolo ha detto...

acuta riflessione... come al solito!
Ciao. Paolo

Prc Acilia ha detto...

X LAUBEL
Breve e, spero, definitiva risposta.

Primo.
Chi ti dice che visitiamo le pagine occasionalmente? Il fatto che ti venga risposto il giorno dopo è la dimostrazione che lo consultiamo con una certa frequenza.

Secondo.
Devi sapere che chi fa politica seriamente costruisce rapporti umani ancor prima che relazioni 'tecnicamente' politiche, perché il rischio della disgregazione sociale è all'ordine del giorno. Non è vero, infatti, che nelle grandi città non ci si conosce, che se ti senti male nessuno ti soccorre, ecc..?

Terzo.
Immagino tu sappia che per costruire un rapporto umano vero è importante conoscere aspetti personali che emergono anche dai momenti conviviali.
Non si invitano, infatti, gli amici o i fidanzati a mangiare una pizza o a ballare, ecc. per approfondire il rapporto?

Quarto.
Per quanto riguarda i momenti di svago, tutti gli anni facciamo la festa a piazza Capelvenere il 25 aprile, facciamo la festa nazionale a Roma, a volte ci vediamo a cena a casa di qualcuno o in pizzeria, ai compleanni dei figli o dei compagni, ecc. Senza tralasciare l'attività politica vera e propria. Non si tratta, quindi, di mera strumentalizzazione elettorale.

Infine.
Non abbiamo intenzione di occupare impropriamente questo blog, pertanto consideriamo chiuso il confronto con Laubel sperando di essere stati piu' chiari e di non essere stati fraintesi.
Speriamo che anche per Laubel non ci sia altro da aggiungere.
Se nessuno ci chiamerà in causa non interverremo piu'.

LauBel ha detto...

@prcacilia

primo
mi potete dire di visitate le pagine del ns blog tutte le volte che volete, io ho il riscontro solo quando c'è un commento ai ns post e leggo solo ora il vs nick.

secondo
non capisco la necessità di puntualizzare il discorso "umano" nel rapporto. per me è sottointeso che chi fa politica debba prima di tutto conoscere bene le realtà che decide di affrontare, migliorandole o cambiandole.

terzo
continuo a non credere a "questo" genere di convivialità, mi dispiace, ma lo dico per esperienza diretta con varie fazioni politiche, compresa la sinistra.

quarto
mi fate intendere che conoscete sempre in modo diretto tutte le persone che invitate ai pranzi o alle cene politiche? a me, descritte così, sembrano più riunioni di famiglia, belle, intense, ludiche, ma con il proselitismo politico che cosa hanno a che vedere?

quinto
il mio commento sulla persona che "sponsorizzate" è esclusivamente legato al fatto di non aver potuto verificare i vostri passaggi nel blog, quindi credo di non avere tutti i torti in tal senso; tempo fa ci provò a farlo anche un berlusconiano (una visita, uno "spot" sul suo partito) con cui ho fatto lo stesso. non mi piace chi entra in casa mia senza bussare...

ultimo
ora ritengo io chiuso il confronto con voi.

Prc Acilia ha detto...

Chiuso.

Vincenzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vincenzo ha detto...

Orripilante che ciò accada in un paese civile! Ma ci rendiamo conto? Votate Me gratis…che è meglio….
http://www.vincenzocaldarola.blogspot.com/

LauBel ha detto...

@vincenzo
vallo a dire a chi organizza "i momenti ludici"...
;-)
certo che voterei per te: sicuramente saresti una voce nuova e piena di iniziative!!!

Irene ha detto...

Oh finalemente un nome nuovo...voto anch'io Vincenzo... gratis. ciao ciao

cittadinoQQ ha detto...

sicuramente la politica si riduce tutta ad una questione economica, però spero che quando la ragazza andrà a votare dia il voto a qualcun'altro così li ha fregati due volte.

rudyguevara ha detto...

io nn mi ritengo in vendita.e la ragazza della canon mi fa un misto di pena e rabbia.(pena,perchè mi sembra deficiente,rabbia......x lo stesso motivo!!!!!!!!!!!!!!)una volta almeno si vendevano x un posto di lavoro!nn che ritenga questa pratica una cosa giusta,ma posso capire la disperazione,quando è vera.mi fanno schifo xò i politici che se approfittano.ma una macchina fotografica......proprio non trovo scuse.

LauBel ha detto...

@rudyguevara
pienamente in accordo con te... comunque secondo me si tratta più di una provocazione che di altro (almeno spero!!)

Rapunzel ha detto...

E se invece dei voti svendessimo la nostra classe politica? se poi lo facessimo a peso... avremmo solo da guadagnarci.. l'unico problema sarebbe trovare gli acquirenti...

rudyguevara ha detto...

spero anche io.vorrei tanto conoscerne l'epilogo!