lunedì 19 novembre 2007

A volte ritornano...

Condannata in primo grado a dieci anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, la signora delle creme anticellulite e degli scioglipancia (e dei costosissimi rituali propiziatori anti-iettatura) è diventata direttrice di un centro di bellezza. E sì, anche a Wanna Marchi bisognava dare una seconda (o terza, o quarta o....) possibilità. E se con la solita arroganza e spocchia, la persona in questione ha dichiarato che “era stufa di non uscire di casa”, cosa vogliamo dire a tutti quelli che beneficiari dell’indulto sono tornati a rubare, ai pluripregiudicati che hanno ripreso le attività clandestine, ai ladri e disonesti sono tornati ad occupare incarichi di responsabilità? Pura normalità...
Io sono profondamente deluso, ogni giorno ci sono conferme su conferme del fatto che le persone oneste e rispettose della legge, chine di fronte al potere dello stato, speranzose della forza della giustizia, ossequiose del rispetto per l’altro, rimangono al palo, inermi, a guardare un paese dove i disonesti e gli arroganti vanno avanti, a testa alta, per la loro strada...

Post Scriptum

Mi chiedevo quali studi avesse fatto la Signora Marchi per arrivare a cotanto livello... che schiaffo sonoro per i laureati!

22 commenti:

Giovanna Alborino ha detto...

ma io non parlerei di merito in questa situazione, ma di ignoranza di massa! come fa' la gente a fidarsi di persone che non presentano un titolo di studio, non presentano regolare fattura, usano la televisione per ingannare...la stupidita' sta nel popolo...
pensa che a me qualche mese fa' e' capitato di andare da un nutrizionista, si e' preso carissimo, non mi ha dato una fattura ne' un foglio intestato, ne' un numero di telefono...un caso da mandare a striscia la notizia..consapevole del fatto che potesse essere anche una truffa ho preferito non andarci piu', ma perdere i 250 euro spesi per me e mio marito
un caro saluto
gio

Romano ha detto...

"A testa alta", in effetti, non possono camminare questi individui. Ha ragione Giovanna quando afferma che sarebbe da "ignoranti" fidarsi di certi personaggi. La gente ha o no la ragione??

Ciao,

Romano

Fabioletterario ha detto...

Direi piuttosto: "purtroppo" ritornano... No?

Armandrex ha detto...

@ fabioletterario
hai ragione, ottima osservazione!!

Andrea Patassa ha detto...

Quanto materiale umano fornisce l'Italia ogni giorno. La storia di Vanna Marchi è l'ennesimo capitolo (tragico-comico?) di questa Italia grottesca, sfacciata, assurda, incomprensibile e criticabile per il resto dell'Europa, ma maledettamente bella.
Condivido con te l'analisi e sono pienamente convinto che se esistono certe volpi, significa che ci sono altrettanti allocchi. Purtroppo.

Giuy ha detto...

secondo me, la gente ci stupirà e le farà fallire presto :) Almeno lo spero! :)

Irene ha detto...

E' sempre così: se c'è un carnefice vuol dire che c'è la vittima.. chissà quanti clienti troverà ancora. Comunque tristemente anch'io, come te, sto a guardare questo Paese dove gli arroganti, ecc... vanno avanti fieri e convinti.

Finz ha detto...

A me la cosa scivola addosso. I cretini che le daranno ancora credito si meritano la signora in questione. Sarò cinico...

enzorasi ha detto...

Io ti consiglio di non porti quesiti del tipo quale titolo di studio ha Wanna Marchi; e nemmeno di considerare in termini analitici la questione dei laureati, di chi studia o lavora onestamente. Non nell'Italia di oggi perlomeno. Se entri in un contesto del confronto, del merito, dell'equilibrio potresti uscir di senno, credimi, oppure restare talmente disillusa da avere problemi nella quotidianeità. Fatti un nido e, per ora, cerca di sopravvivere; cerca il bello, guardalo negli occhi, il giusto lo sentirai a pelle...prendi un disco di Mozart o Debussy e accarezza l'eternità. In noi c'è l'universo, non facciamocelo rubare ma regaliamolo, non svendiamolo ma difendiamolo con tutte le forze. Dovrei dirti addio, spero sia un arrivederci.

Diego D'andrea ha detto...

O mio Dio... tra lei e la figlia riesco a pensare solo a satana e all'anticristo ;-)

Ciao D

LauBel ha detto...

@ andrea patassa - finz
sono pienamente in accordo con voi ma spesso questa gente squallida è in grado di coercizzare proprio le menti più deboli, umili e indifese (e in Italia ce ne sono tante), ed è così cattiva da rivolgersi soprattutto a loro, certa di una risposta...

@enzorasi
mi fa' moooolto piacere che sei passato da queste parti, il tuo ultimo post mi ha lasciato un senso di profonda amarezza... dài, spero sia un arrivederci...
per la musica classica, è il mio pane quotidiano, credimi, il mondo in cui adoro perdermi librando le ali della mia fantasia...

@giuly
splendido il tuo ottimismo, grazie!

Caramon ha detto...

ciao!
cm va?ti volevo chiedere, se ti va, dato che mi hai linkato, se potevi inserire un mio banner sullo "scambio link"...in questo modo ti metto anche in cima alla classifica che ho creato!
Per saperne di più vai su Scambio Link/Banner, oppure vai sulla home da me e clicca sul banner in alto a destra.
Grazie fammi sapere! ciao!!!

Matteo L. ha detto...

Solo le pulisci-cessi in carcere possono andar a fare le Marchi e invece stanno a piede libero pronte a sfruttare ancora l'ignoranza (nel senso buono) della gente per fregarla ancora. Vergogna questa legalità assurda e finta. Grazie per postare queste cose, perchè assieme con i nostri post di denuncia su questa Giustizia del cavolo possiamo far sentire la nostra voce. Ciao

Giovanna Alborino ha detto...

ciao laubel

Silvio Irio ha detto...

Premettendo che oramai l'Italia è divenuto il paese più permissivo d'Europa, dove tutto è permesso....
la storia della Marchi è solo un esempio di come i ciarlatani esisteranno sempre..fin quando ci saranno persone che crederanno a tali schiocchezze!!!
Ciao Laubel!!!

Romano ha detto...

Grazie LauBel di essere passata dal mio blog poco fa!

CIAO

Romano

silvio brambilla ha detto...

ciao
volevo segnalare questo nuovo Blog/sito
"partito del popolo della libertà" su
http://partitodelpopolodellalibert.blogspot.com/

Simona ha detto...

guarda, ho appena visto una sua intervista dove si è paragonata a Tortora...
spero che incontri presto per strada qualcuno di quelli che ha fregato, così inizia a correre...

Armandrex ha detto...

@simona
hai ragione... l'ho vista anche io! si sente una vittima, la poverina... ma come si permette!

@silvio brambilla
mi dispiace che tu abbia utilizzato queste pagine esclusivamente per la tua pubblicità; traspare nettamente che non condividiamo gli stessi interessi politici; siamo delusi dalla sinistra, ma la "tua" destra non la voteremo mai... troppa arroganza, troppa ostentazione, troppe parole e pochi fatti (e ne parliamo a ragion veduta); come vedi inoi siamo comunque "sportivi" e non cancelliamo il tuo post... è questa la differenza tra noi e voi...

andrea opletal ha detto...

la cosa mi fa rabbrividire ... pensare che una persona condannata, una persona che ha truffato e preso in giro tanta gente poss tornare a fare quello che faceva una volta ...

... una presa per il culo !!

scusa il tono ma mi è proprio scappato

spiderfedix ha detto...

guarda, complimenti!
hai scritto perfettamente ciò che penso anche io...
è di una tristezza infinita!

luigibio ha detto...

mi fa piacere che questa cosa non sia passata inosservata: è un paese questo dove chi è furbo a furia di farla franca rischia di diventare anche presidente del consiglio... battute (amare) a parte c'è da chiedersi come mai se rubi un'arancia al supermercato perchè hai fame ti fai 5 anni di carcere, se rubi ad alti livelli la fai sempre franca, se ti salta casa perchè il tuo impianto non è a norma ne rispondi fino alla finedei tuoi giorni, se sei un rom che sta in una baraccopoli abusiva ricevi solidarietà, se parcheggi fuori delle striscie ti portano via l'auto, se sei un extracomuntario (meglio irregolare), guidi ubriaco, già recidivo, ed uccidi 4 persone hai il bonus del resdence in riva al mare... ma allora? conviene essere disonesti? quelle cose buoniste da libro cuore sono delle enormi bugie?
non lo so, ma mi sembra sempre più spesso che regole e leggi servano solo a vessare chi le osserva...