domenica 1 giugno 2008

Penseri settimanali 13

Lunedì 26 maggio: Il presidente Iraniano chiede udienza al Santo Padre che vorrebbe incontrare durante il soggiorno romano in occasione della conferenza della FAO. Si attende con ansia la risposta del Vaticano.
Martedì 27 maggio: Il governo Berlusconi si inchina di nuovo nei confronti della Casa Bianca riguardo la missione militare in Afghanistan. I ministri degli Esteri Frattini e La Russa della Difesa si sono resi disponibili a una maggiore flessibilità circa il quantitativo di soldati da rischiare sul fronte di guerra. Da oggi la missione Italiana a Kabul sarà decisamente molto meno di pace.
Mercoledì 28 maggio: Fa letteramente accapponare la pelle il rapporto di "Save the Children" che documenta gli abusi nei confronti di minori di famiglie che dipendono dagli aiuti umanitari. I "mostri" appartengono alle organizazioni cosidette di pace e sicurezza, hanno qualsiasi livello di istruzione e fanno parte dello staff locale e internazionale. E convincono le loro vittime con cibo, soldi, sapone e raramente cellulari.
Giovedì 29 maggio: "Dentro l'università il problema principale è dato da un fortissimo estremismo di sinistra che crea problemi a tutti coloro che vogliono parlare all'università": commento qualunquista del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in occasione dei recenti scontri avvenuti presso "La Sapienza".
Venerdì 30 maggio: La giustizia Italiana trionfa sempre... nel peggio come nel caso di Fernando Carretta. Reo confesso assolto per incapacità di intendere e di volere, eredita la casa che fu teatro del massacro da lui operato nei confronti dei genitori e del fratello.
Sabato 31 maggio: In Cina si può comprare e vendere di tutto, basta solo pagare. Oltre ad essere il paese leader nella contraffazione e nello sfruttamento della manodopera, lo stato che ospiterà le prossime olimpiadi è in prima linea per il commercio di organi umani provenienti sopratutto dai condannati sui quali il regime preferisce le iniezioni letali alle fucilazioni per non rovinare i tessuti, preziosa fonte di vil quadagno.
Domenica 1 giugno: Papa Benedetto XVI appare orientato a non ricevere nessuno dei capi di Stato che interverranno al vertice della Fao. Lo riferiscono fonti diplomatiche accreditate presso la Santa Sede. L'indiscrezione arriva mentre da Teheran è stato ufficialmente annunciato che il presidente Ahmadinejad non ha fatto nessuna richiesta di udienza al pontefice e quindi non lo vedrà.

7 commenti:

Romano ha detto...

L'oggetto del pensiero del mercoledi e del sabato è inquietante.

Che schifo.

Gianluca ha detto...

Alemanno è veramente inquietante..

Pino Amoruso ha detto...

La notizia sulla Cina...Va bene così...nessuno dice niente...
è scandaloso!!!

Ciao
Pino Amoruso

Tiziano Tescaro ha detto...

Interessante il vostro blog, passerò ancora a leggere i post
buona giornata da Tiziano

Guernica ha detto...

Tutto bene???
Buon fine settimana!:)

D ha detto...

Ciao Armandrex, anche se le dichiarazioni di Alemanno non possono che far ridere devo dire che leggendo la notizia del rapporto di "Save the children" mi è passata la voglia di scherzare per questa volta.

Anche quella della Cina non scherza.

E allora mi limito ad un saluto, era da tempo che non passavo.

Grazie a Lauretta per il simpaticissimo meme delle 6 cose che piace fare, in ritardo ma l'ho svolto.

Ciao

Anonimo ha detto...

credo che dopo le esternazioni del presidente iraniano, abbiano tutti fatto bene a prendere le distanze, papa compreso...